by

Redazione

Sep 20, 2021

Competenze digitali, quali sono e perché sono importanti per le aziende

L’era delle New Ways of working che stiamo vivendo oggi comporta necessariamente l’avvento di nuove competenze e skills. Tra queste stanno assumendo una dimensione sempre più rilevante le competenze digitali. Come emerge anche dalle ricerche di Unioncamere, le competenze digitali (o digital skills) sono richieste ormai a 7 lavoratori su 10, questo è un dato destinato a crescere sempre di più, come ci hanno dimostrato anche i mesi di “smart working” durante la pandemia e la significativa diffusione dell’hybrid work di oggi.  

Cosa sono le competenze digitali?

La digital transformation e la digital adoption sono  processi rapidi, in continua evoluzione e così anche la definizione stessa di competenze digitali è mutata nel tempo. Una delle più celebri definizioni di competenze digitali riguarda la tripartizione di esse in:

1.     Competenze di cittadinanza digitale, riguardando una alfabetizzazione digitale di base che permette ai cittadini di svolgere azioni online;

2.     Competenze digitali dei lavoratori,indicano la capacità dei lavoratori di saper utilizzare quotidianamente strumenti informatici e digitali;

3.     Competenze specialistiche ICT,riguardano le competenze specifiche e professionali degli operatori del settore ICT.

Tuttavia,attualmente forse questa tripartizione risulta un po’ restrittiva e troppo legata alla dimensione dei professionisti ICT. L’UNESCO invece dà una definizione più ampia, parlando di competenze digitali in termini di:

“la capacità delle persone nel riconoscere i bisogni informativi, valutare le qualità delle informazioni, saperle archiviare e recuperare, farne un uso efficace ed etico,e utilizzarle per creare e comunicare conoscenza”

Questa è una definizione molto più ampia e che forse delinea meglio la nozione di competenze digitali, slegandole anche da quella dimensione puramente tecnico-professionale che spesso crea fraintendimenti e falsi miti come, ad esempio, il fatto che di formazione sul digitale se ne debbano occupare solo i dipendenti del reparto IT. Invece, come dimostra anche la definizione dell’UNESCO il digitale ormai abbraccia ogni persona, ogni settore e ogni impresa in quanto creatori di conoscenza.

Inoltre, un ulteriore punto significativo della definizione è la dimensione delle soft skills, soprattutto in merito alla capacità di comunicare o di problem solving. Ecco, quindi, che forse una corretta definizione di competenze digitali deve comprende entrambi gli aspetti, sia hard che soft.

Infine, anche il concetto di Digital Dextery di Gartner può essere inserito in questa concettualizzazione. La digital dexterity permette di adattare rapidamente la struttura organizzativa aziende per ottenere il massimo dalla digital transformation, mettendo al centro la persona e le sue skills ciò si realizza pienamente.

 

Quali sono le competenze digitali più utili da acquisire?

Se guardiamo alle competenze digitali quindi in una accezione ampia, ovvero che fonde la dimensione hard e soft, in accordo anche con il Digital Skills Framework proposto da Xhaete Derchi (Autori del volume Digital Skills, 2018), possiamo identificare le principali competenze digitali più necessarie oggi in:

·       Digital Information, capacità di saper valutare, organizzare e filtrare i contenuti informativi;

·       Digital Content, riconoscere e distinguere le peculiarità dei contenuti digitali, elaborandoli e sviluppandoli in maniera cross-mediale;

·       Digital data, leggere,interpretare e analizzare flussi di dati capendone le implicazioni per le persone e per il business;

·       Empatia Digitale, agire e reagire correttamente nei contesti online comprendendo appieno le dinamiche di ascolto;

·       Social collaboration,collaborare in gruppi di lavoro in maniera decentralizzata, aperta e de-localizzata;

·       Cyber security, conoscere e comprendere i rischi della sicurezza informatica utilizzando gli strumenti idonei;

·       Digital well-being, conoscere gli aspetti digitali legati al benessere di sé, degli altri e dell’ambiente acquisendo i corretti comportamenti per un equilibrio tra online e offline.

Come acquisire le competenze digitali facilmente?

Quando parliamo di competenze sappiamo davvero di cosa stiamo parlando? Innanzitutto, è importante distinguere tra conoscenze, abilità e competenze. Il Parlamento Europeo nell’European Qualification Framework ha delineato delle linee guida comuni che ci permettono di distinguere tra:

1. Conoscenze ovvero nozioni acquisite tramite lo studio teorico;

2. Abilità cioè la capacità di mettere in pratica concretamente ciò che è stato acquisito sia a livello cognitivo che pratico;

3. Competenze ovvero la comprovata capacità di utilizzare le abilità nella vita quotidiana lavorativa o personale.

Quindi, affinché le competenze digitali siano efficaci è fondamentale che le conoscenze diventino abilità e si consolidino per essere riconosciute come competenze.
Un modo efficace per trasformare le conoscenze in competenze è quello di utilizzare tecniche di unconventional learning, come ad esempio il learning by doing che permettono di acquisire informazioni in maniera non tradizionale o solo teorica, stimolando un efficace processo di apprendimento ed instaurando nuove abitudini.

La piattaforma hi| habit-inspiring platform si basa proprio su tecniche di apprendimento unconventional (come il nudging e il learning by doing) che permettono alle persone di imparare nuove skills, in maniera pratica ed efficace mentre stanno lavorando.

Competenze digitali: Frequently Asked Question

Che cosa sono le competenze digitali?
Secondo una definizione ampia dell’UNESCO sono la capacità delle persone nel riconoscere i bisogni informativi, valutare le qualità delle informazioni,saperle archiviare e recuperare, farne un uso efficace ed etico, e utilizzarle per creare e comunicare conoscenza.

Perché le competenze digitali sono importanti per le aziende?
L’era dell’hybrid work che stiamo vivendo oggi comporta necessariamente l’avvento di nuove competenze digitali, necessarie per realizzare pienamente la digitalizzazione delle imprese. Le competenze digitali sono infatti ormai richieste a 7 lavoratori su 10.

Quali sono i diversi tipi di competenze digitali?
Tradizionalmente le competenze digitali vengono suddivise in Competenze di cittadinanza digitale (alfabetizzazione digitale di base); competenze digitali dei lavoratori (capacità dei lavoratori di saper utilizzare strumenti informatici e digitali); Competenze specialistiche ICT (competenze specifiche e professionali degli operatori del settore ICT).