Collaborazione efficace tra HR & IT?

Quale ruolo hanno HR & IT nelle attività di tech adoption e change? Scarica qui i risultati della survey svolta tra manager e professionisti di +100 aziende italiane

Collaborazione efficace tra HR & IT?

Quale ruolo hanno HR & IT nelle attività di tech adoption e change? Scarica qui i risultati della survey svolta tra manager e professionisti di +100 aziende italiane
Subscribe now

by

Redazione

Jan 12, 2022

Il Digital Transformation Manager: cosa fa, ruolo e caratteristiche

Per una azienda che vuole intraprendere un percorso di cambiamento digitale risulta molto importante avere nel proprio team un digital transformation manager.

Il compito principale del digital transformation manager è quello di guidare e accompagnare tutti i processi di trasformazione digitale all'interno dell'organizzazione, cominciando dal garantire una esperienza positiva delle persone, assicurandosi che vengano rispettati gli obiettivi prefissati e che tutta l'azienda sia adeguatamente preparata a questo cambiamento.

Per favorire un corretto e sostenibile upskilling (soprattutto in merito alle competenze digitali) è necessario, innanzitutto, aiutare le persone a cambiare, supportandole nella generazione di nuove abitudini.

Di cosa si occupa un digital transformation manager: ruolo e competenze

La trasformazione che il Digital Transformation Manager deve favorire e implementare è relativa a 4 aree principali: processi, dati, tecnologia e capacità dell’organizzazione di adattarsi al cambiamento dell’organizzazione.

Ecco perché fra i suoi compiti rientra la gestione dell’evoluzione e dei cambiamenti in senso digitale e la crescita di una cultura d’impresa orientata al digitale.
Il digital transformation manager ideale deve quindi possedere delle caratteristiche molto specifiche, sia hard che soft skills.
Innanzitutto, deve essere in grado di gestire team multidisciplinari composti da esperti di vari settori (digital marketing, IT, HR etc.), coordinandone le attività e indirizzandoli verso un comune obiettivo. Inoltre, deve avere una ottima conoscenza dell’ecosistema digitale e saper applicare le più recenti tecnologie nella gestione aziendale.

Tra le principali attività che il digital transformation manager svolge vi sono infatti:

  • Tenere in considerazione costo-efficaciadi strumenti (software e tools digitali);
  • Sviluppare strategie per attività di training specifico su servizi e prodotti tech;
  • Visione generale dei protocolli chiave in termini di Cybersecurity;
  • Restituzione di insights,metriche e KPIs sulle attività svolte per comprendere quali hanno avuto maggiore efficacia;

Quali sono le competenze più importanti che un digital transformation manager deve possedere?

Secondo una ricerca del Politecnico di Milano , le competenze più importanti in campo di digital transformation sono:

  1. Distruptive Innovation, capacità di innovare da momenti di “rottura”creando modelli di buisness e strategy che sappiano rispondere a tempi, modi e caratteristiche dell’ecosistema digital;
  2. Metodologia Agile, guardare all'impresa in modo orizzontale,aperto e flessibile dove le persone vengono prima di processi e strumenti.
  3. Open Innovation, l’economista Henry Chesbrough descriveva la Open Innovation come un modello secondo il quale le aziende devono collaborare di più con le risorse esterne per essere più competitive sul mercato, quindi puntare molto di più sugli aspetti collaborativi rispetto a quelli competitivi.

Ovviamente ognuna di queste attività deve essere sempre collegata alla cultura e alla vision aziendale, l’efficace lavoro di un digital transformation manager risiede proprio individuare in che modi, tempi e budget è possibile creare dei progetti di innovazione trovando il giusto equilibrio tra attività strettamente legate al business, persone, cultura, mindset e vision aziendale.

 

Se dovessimo quindi indicare alcune delle principali soft skill che un perfetto digital transformation manager dovrebbe possedere non potrebbero mancare:

  • Capacità di relazione
  • Comunicazione
  • Elevata alfabetizzazione digitale, in modo da rendere i colleghi consapevoli dell’importanza della trasformazione digitale aziendale.
  • Volontà di sperimentare
  • Negoziazione e capacità di problem solving.
  • Capacità di organizzazione del lavoro
  • Pianificazione
  • Time management
  • Flessibilità
  • Predisposizione all'aggiornamento continuo

Idealmente, questi leader devono quindi possedere una mix di comunicazione, tecnologia e competenze di business. Saranno loro a guidare la carica nello sviluppo e nell'esecuzione di strategie digitali chiave che migliorano l'esperienza di tutti gli stakeholder, sia interni che esterni all'azienda.

 In ogni caso, le azioni più efficaci quando si parla di cambiamento e change management sono sempre quelle volte a mettere al centro le persone e la loro esperienza.

Attuare delle azioni di cambiamento in azienda senza che vi sia un cambio di attitudini, abitudini e paradigmi a livello del people management risulta infatti inefficace, e solo grazie ad un attento mix e collaborazione tra diversi team, ad esempio HR che collaborano con IT, si potranno definire al meglio le soluzioni efficaci per rendere reale ed esponenziale il cambiamento digitale.

25 ottobre 2022 | Evento HR & Data

I dati a servizio degli HR sono uno strumento potente, saperli leggere, unire ed interpretare rende il loro impatto esponenziale.

Il 25 Ottobre ti aspettiamo per un incontro nella sede di Digital Attitude a Milano in cui, grazie alle testimonianze aziendali e al confronto su casi pratici, potrai tornare nella tua azienda con evidenze e strumenti nuovi con cui lavorare.

Iscriviti qui, i posti sono limitati!

Iscriviti alla newsletter

Inizia con noi il viaggio nel mondo del lavoro ibrido: ascolto e co-design saranno le prime tappe di un percorso insieme!
Iscriviti alla newsletter per saperne di più.

Subscribe Now