by

Redazione

Sep 9, 2021

habit-inspiring platform X Digital360 Awards 2021

Nel contesto del progetto Collaboration & New Ways of Working Global Adoption (M356 & Digital Platform) dei Digital360 Awards, la nostra piattaforma habit-inspiring  è risultata finalista per la categoria "Smart-Working e Collaboration".

[articolo completo su zerounoweb]

Come funziona l'algoritmo di hi? 


L’algoritmo alla base di hi (habit-inspiring platform) è disegnato sul modello comportamentale delle abitudini proposto da Charles Duhigg, giornalista e autore del saggio “The power of habits”, che afferma che per determinare un nuovo comportamento, è necessario “installare” una nuova abitudine attraverso azioni ripetute. Si tratta di iniziare con piccoli passi che richiedono uno sforzo minimo; trovare un’abitudine già esistente, a cui agganciare il nuovo comportamento; ripetere il comportamento ogni giorno, per almeno 30 giorni; parlarne con qualcuno e assicurarsi di attenersi al comportamento; partire da subito, senza rimandare.

h.i. sfrutta questa teoria scientifica traducendola in un algoritmo che influenza i comportamenti degli utenti con una guida di coaching personalizzata, di cui usufruire in tempo reale. h.i opera con modelli di utilizzo basati sui dati e sull’architettura specifica del tool che l’utente desidera nel totale rispetto della privacy e dei dati personali.

Tutto questo si traduce nelle seguenti componenti principali della piattaforma:

  1. tips: brevi consigli e suggerimenti quotidiani sulle new ways of working e su come lavorare in modo smart. Sono lo strumento di awareness primario di h.i. e un mezzo di comunicazione circolare altamente efficace. Ogni mattina l’utente può leggere una pillola formativa coinvolgente, mantenendo il contatto diretto con il proprio coach digitale. I tips appaiono proprio come messaggi del buongiorno, prima che l’utente esegue l’azione di base, trasmettendo un messaggio ad hoc sui contenuti del piano di apprendimento e le sue declinazione operative, evidenziando benefici immediati per l’utente;
  2. nudge: durante il compimento di un’azione, h.i. manda un suggerimento contestualizzato e guida l’utente verso la scelta ottimale in quel momento. La frequenza degli stimoli è regolata grazie a meccanismi di intelligenza artificiale e da una specifica logica di design comportamentale;
  3. digital dashboard: è l’hub centrale di h.i. sempre accessibile, per continuare la formazione in modalità “on-demand”; è il luogo da cui è possibile gestire i propri piani di coaching, monitorare i propri processi e fruire di approfondimenti ad hoc. La dashboard è raggiungibile direttamente via Teams o dalla traybar del desktop.

Un caso di successo con la piattaforma habit-inspiring

La costruzione di un progetto di habit inspiring presso un’azienda utente ha comportato il dialogo con il dipartimento IT per poi coinvolgere tutte le altre funzioni: da HR a Security, Formazione e Internal Communication.

Il progetto è stato di successo grazie a un modello ibrido che ha coinvolto la totalità delle persone in azienda (circa 30.000) con un piano di comunicazione e awareness creato ad hoc e con una segmentazione in 3 diversi gruppi della popolazione coinvolta: circa 10.000 hanno effettuato il percorso solo grazie alla piattaforma h.i, circa 12.000 con workshop formativi e l’utilizzo di un toolkit, i restanti (appartenenti al field e meno coinvolti in dinamiche di collaborazione quotidiana) con la messa a disposizione dei principali materiali e strumenti di comunicazione e self-learning.

L’utilizzo della piattaforma habit-inspiring (SaaS) ha permesso di limitare i costi dell’introduzione di nuovi modi di lavoro garantendo di poter coinvolgere tutte le persone e in tempi ridotti, quindi con un alto tasso di efficienza ed efficacia.

Il piano e l’implementazione della piattaforma ha attraversato in toto il periodo di pandemia ed è stato una risorsa fondamentale per permettere all’azienda di adottare il loro strumento scelto per la collaboration, ovvero Teams & M365, coniugandolo con l’introduzione di nuove logiche di apprendimento digitale e di sviluppo di nuove attitudini e comportamenti.

Come piattaforma SaaS anche il beneficio apportato in termini di riduzione dell’impatto economico rispetto a tradizionali sistemi di formazione e learning, ha rappresentato un plus.