Subscribe now

by

Redazione

Oct 15, 2021

Problem solving: che cos'è la capacità di problem solving e come svilupparla

Il problem solving è l’insieme delle abilità coinvolte nella risoluzione di problemi complessi, integrando risorse logiche e creative. Si tratta di una tra le soft skills più richieste dal mercato del lavoro. Infatti, oggi sono necessarie figure professionali che abbiano forti competenze di problem solving per affrontare e  risolvere le complessità nella quale ci troviamo ad operare, soprattutto in questo periodo post COVID-19 che stiamo vivendo.

Il mondo del lavoro di oggi tra Hybrid Work e New Ways of Working sottolinea in modo chiaro un nuovo approccio che crei il giusto mix tra competenze digitali e soft. Ecco, quindi, che il problem solving diviene anche elemento per veicolare la cultura aziendale e skill  essenziale per affrontare i momenti di incertezza, favorendo tra le altre cose l’attitudine al  cambiamento in azienda. Insomma, un perfetto alleato per il change management!

Che cosa si intende per capacità di problem solving

Utilizzare in azienda un processo che si concentri sul “perché” dei problemi prima ancora di capire come risolverli è essenziale, ma che cosa intendiamo esattamente per problem solving?

Possiamo parlare di problem solving attraverso due prospettive:

  • Problem solving semplice: si parla di questo tipo di approccio quando la risoluzione di problemi o compiti cognitivi è affidata all'utilizzo della logica pura.
  • Problem solving complesso: si intende quell'approccio che tratta problematiche esterne, che riguardano l’ambiente, il tempo e le diversità delle variabili. In questo caso la soluzione non è univoca.

Come risulta evidente quindi, per le imprese, i topic principali sui quali ragionano i decision maker sono relativi ad un problem solving di tipo complesso che necessita di molteplici soluzioni e diversi punti di vista.
Ma come orientarsi in un processo di problem solving strategico, risolvendo problemi complessi? Ecco che diventa utile la tecnica del F. A. R. E.

La tecnica del F.A.R.E.

  1. Focalizzare
    La prima azione da mettere in atto è cercare di definire il problema (o i problemi ) sui quali svolgere una analisi.Vanno raccolti tutti i materiali, le informazioni utili e contattate le persone coinvolte, ad ogni livello.

  2. Analizzare
    Successivamente è necessario analizzare il problema, esso va quindi scomposto in una serie di task minori. Guardare un problema scomponendolo in più piccole task non solo permetterà di trovare più facilmente le soluzioni, soprattutto nel caso di problemi molto complessi che sembrano troppo grandi per poterli affrontare.  

  3. Risolvere
    Una volta scomposto il problema principale in minori task è necessario presentare per ognuna di esse le possibili soluzioni: per trovare le soluzioni necessarie è possibile usare tecniche come il brainstorming o l’albero delle soluzioni.
  4. Eseguire
    Infine, l’ultimo step è scegliere la soluzione migliore e, una volta scelta, è necessario stilare un piano d’azione che passo dopo passo guidi i decision maker verso i diversi momenti necessari per giungere alla soluzione finale.  

Dunque, il problem solving diventa essenziale per affrontare non solo problemi aziendali ma anche tempi incerti, come emerge anche dall'analisi di McKinsey:

“Good problem solving typically involves designing experiments to reduce key uncertainties. Each move provides additional information and builds capabilities”

Inoltre, per affrontare la complessità e gli uncertains times che stiamo vivendo oggi, un aiuto può arrivare anche dal digitale, ad esempio da un digital coach come hi |habit-inspiring platform che permetta di realizzare coaching plan personalizzati e calati sulle esigenze di una specifica impresa.

Iscriviti alla newsletter ✉️

Vuoi essere sempre aggiornato sui temi del digitale? Vuoi scoprire come realizzare nella tua azienda le New Ways of Working? Iscriviti alla nostra nuova newsletter per non perderti le nostre guide!

Subscribe Now

Iscriviti alla newsletter

Inizia con noi il viaggio nel mondo del lavoro ibrido: ascolto e co-design saranno le prime tappe di un percorso insieme!
Iscriviti alla newsletter per saperne di più.

Subscribe Now